Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autonomia

 
 
Trentino - Italian Alpine Experience
 
 
 
 
 Home  PAT AUTONOMIA
L'Autonomia trentina

L'AUTONOMIA SPECIALE DEL TRENTINO

Trentino in Europa

L'Autonomia speciale del Trentino (e del vicino Alto Adige/Südtirol, con il quale il Trentino forma la Regione autonoma Trentino Alto Adige) nasce dall'accordo italo-austriaco sottoscritto a Parigi il 5 settembre del 1946 dall'allora presidente del Consiglio italiano e ministro degli Esteri Alcide Degasperi e dal ministro degli Esteri austriaco Karl Gruber. Successivamente il testo dello Statuto, approvato dall'Assemblea costituente italiana (incaricata di scrivere la Costituzione dell'Italia repubblicana e post-fascista), è diventato la legge costituzionale n. 5, promulgata il 26 febbraio del 1948.
I trentini e i sudtirolesi indicano solitamente questo Statuto come il primo Statuto di Autonomia, per distinguerlo dal secondo Statuto, che è del 1972.
Ma in realtà l'Autonomia di una terra di confine come il Trentino non può essere nata dall'oggi al domani né può essere solamente il frutto di un intervento legislativo (per quanto, come abbiamo visto, di rango costituzionale e derivante da un accordo di pace fra due Stati sovrani, sulle macerie di due guerre mondiali). Alle origini della nostra Autonomia vi è una storia secolare, fatta di vicende complesse, di tradizioni, di usi civici, di regole che le comunità si sono date e che hanno saputo gelosamente conservare a dispetto dei rivolgimenti politici e sociali. È da qui che nasce l'attitudine dei trentini ad autogovernarsi, a fare da sé: senza nessuna chiusura egoistica, peraltro, ma mantendendo sempre la capacità di dialogare con tutto ciò che sta al di fuori dei propri confini, dalle regioni limitrofe al Governo di Roma fino all'Unione europea. continua >>

 

 
Notizie - Comunicati Ufficio Stampa
  • Fondazione Dolomiti Unesco: Mara Nemela è la nuova direttrice
    Mara Nemela, classe 1975, attualmente responsabile dei Servizi tecnici e urbanistici del Comun General de Fascia, è la nuova direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco. Il consiglio di amministrazione l?ha nominata all?unanimità per il nuovo incarico al termine di una procedura di selezione a cui hanno partecipato oltre 40 candidati di alto profilo dall?Italia e dall?estero. Così saluta la nomina Mario Tonina, presidente della Fondazione nonché assessore all?urbanistica, ambiente e cooperazione, con funzioni di vicepresidente, della Provincia autonoma di Trento: ?Sono state premiate la competenza e la capacità di fare rete, qualità significative per poter affrontare le sfide a cui è sottoposto un organo importante e complesso come la Fondazione Dolomiti Unesco. Ringrazio la commissione tecnica che ha valutato con grande attenzione tutti i profili candidati e i colleghi del cda per il confronto costruttivo in fase di selezione. La guida tecnica della Fondazione è ora affidata alla dottoressa Nemela a cui porgo i migliori auguri di buon lavoro a nome mio e di tutto il consiglio nella certezza che la sua professionalità possa garantire continuità al grande lavoro di sinergia fin qui svolto dai territori che condividono il Bene Unesco?.
     
  • Lavori boschivi post-Vaia, si apre il bando per l?acquisto delle attrezzature forestali
    La Provincia autonoma di Trento lancia un?iniziativa per sostenere le imprese che si occupano di lavori boschivi in una fase successiva all?emergenza Vaia. Su proposta di Giulia Zanotelli, assessore all?agricoltura, foreste, caccia e pesca, la Giunta provinciale ha approvato la delibera con cui si dà l?avvio al bando annuale 2021 rivolto alle aziende per l?acquisto di mezzi e attrezzature forestali. ?Costituisce una priorità per l?amministrazione - queste le parole di Zanotelli - sostenere le imprese forestali e tutta la filiera del legno locale nell?importante attività volta a rimarginare le ferite inferte al nostro territorio montano e forestale dai danni causati dalla tempesta Vaia. È bene ricordare che le operazioni hanno già permesso di ottenere importanti risultati riguardo agli alberi schiantati avviati all?utilizzazione e che le attività sono proseguite senza sosta nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Il bando annuale 2021 per l?acquisto di mezzi e attrezzature forestali va nella direzione di un ulteriore sostegno degli sforzi in atto?.
     
  • Webinar organizzato sui temi di attualità dell'UE da Europe Direct Trentino
    Come nasce il Recovery Plan e in quale contesto, come si declina e quali esempi possono fare chiarezza su questa importante misura che coinvolge tutti i paesi europei? Il webinar organizzato da Europe Direct Trentino mira a fornire alla cittadinanza qualche strumento in più per capire cosa l'UE stia facendo in concreto per consentire agli Stati di risollevare le proprie economie, attraverso le transizioni verdi e digitali, per diventare più sostenibili e resilienti.
     
  • EuregioSportCamp 2021: si aprono le iscrizioni
    I giovani nati nel 2007-2008-2009 appassionati di sport possono iscriversi all'EuregioSportCamp: per la sesta volta l'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino organizza una settimana estiva per 60 tra ragazze e ragazzi dei tre territori dell'Euregio in collaborazione con gli uffici sport delle tre province. Quest'anno la settimana sportiva si svolgerà per la prima volta dal 25 luglio al 1° agosto 2021 presso il Centro di Addestramento Alpino della Polizia di Stato a Moena, in Val di Fassa. Per iscriversi c?è tempo fino al 9 maggio. ?Una bellissima iniziativa che permette a tanti ragazzi di fare esperienza di sport e di attività condivise, a contatto con la natura in una delle nostre stupende valli trentine? ha commentato l?assessore al Turismo e allo Sport Roberto Failoni: ?È importante creare occasioni come queste per continuare a costruire e rafforzare il senso della comunità Euregio proprio a partire dai nostri giovani?.
     
 
 
 
credits | note legali | Privacy | Cookie Policy | Intranet | scrivi al gruppo web