Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autonomia

 
 
Trentino - Italian Alpine Experience
 
 
 
 
 Home  PAT AUTONOMIA
L'Autonomia trentina

L'AUTONOMIA SPECIALE DEL TRENTINO

Trentino in Europa

L'Autonomia speciale del Trentino (e del vicino Alto Adige/Südtirol, con il quale il Trentino forma la Regione autonoma Trentino Alto Adige) nasce dall'accordo italo-austriaco sottoscritto a Parigi il 5 settembre del 1946 dall'allora presidente del Consiglio italiano e ministro degli Esteri Alcide Degasperi e dal ministro degli Esteri austriaco Karl Gruber. Successivamente il testo dello Statuto, approvato dall'Assemblea costituente italiana (incaricata di scrivere la Costituzione dell'Italia repubblicana e post-fascista), è diventato la legge costituzionale n. 5, promulgata il 26 febbraio del 1948.
I trentini e i sudtirolesi indicano solitamente questo Statuto come il primo Statuto di Autonomia, per distinguerlo dal secondo Statuto, che è del 1972.
Ma in realtà l'Autonomia di una terra di confine come il Trentino non può essere nata dall'oggi al domani né può essere solamente il frutto di un intervento legislativo (per quanto, come abbiamo visto, di rango costituzionale e derivante da un accordo di pace fra due Stati sovrani, sulle macerie di due guerre mondiali). Alle origini della nostra Autonomia vi è una storia secolare, fatta di vicende complesse, di tradizioni, di usi civici, di regole che le comunità si sono date e che hanno saputo gelosamente conservare a dispetto dei rivolgimenti politici e sociali. È da qui che nasce l'attitudine dei trentini ad autogovernarsi, a fare da sé: senza nessuna chiusura egoistica, peraltro, ma mantendendo sempre la capacità di dialogare con tutto ciò che sta al di fuori dei propri confini, dalle regioni limitrofe al Governo di Roma fino all'Unione europea. continua >>

 

 
News
Notizie Euregio - Comunicati Ufficio Stampa
  • Il viaggio come pedagogia: il presidente Fugatti ha incontrato ad Auschwitz i ragazzi dell?Euregio
    Viaggiare per conoscere, viaggiare per non dimenticare. Sulle tracce di un passato che ancora segna, e lo farà per sempre, il volto dell?Europa. Ma anche per rielaborare quel passato, e costruire, assieme, una nuova idea di cittadinanza. Questo, in sintesi, il significato del viaggio che quasi 400 ragazzi del Trentino, dell?Alto Adige e del Tirolo stanno compiendo in questi giorni ad Auschwitz. Stamani, ad incontrarli, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, volato in Polonia assieme al direttore della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi. Con loro Francesco Filippi, presidente dell?associazione Deina, che da anni organizza per gli studenti del Trentino Alto Adige/Südtirol questa esperienza. ?E? la prima volta, come immagino molti di voi, che vengo in visita ad Auschwitz ? ha detto Fugatti - ed è difficile trovare le parole adatte. Sono qui per portarvi un saluto da parte delle istituzioni dei nostri territori, ma anche delle nostre comunità. Credo che il percorso formativo che vi ha portato qui abbia un elemento di forza e di originalità, nel far condividere questa esperienza a ragazze e ragazzi dell?Euroregione, puntando proprio sulla ricchezza dell?appartenenza a gruppi linguistici diversi, sull?intreccio di storie e di culture che caratterizzano il nostro essere ?terra di confine?. Vi sono grato per quello che potrete testimoniare alle vostre comunità di appartenenza, in particolare ai vostri coetanei?.
     
  • Conto alla rovescia per l'8° Festival della Gioventù dell'Euregio 2019
    L'ottava edizione del Festival della Gioventù dell'Euregio - dal 20 al 23 marzo 2019 a Cavalese in Trentino, Mall in Alto Adige e Imst in Tirolo - è alle porte. Circa 75 alunni tra i 16 e i 19 anni provenienti dai tre territori trascorreranno quattro giorni di lavoro su temi interessanti per il futuro sotto la guida di esperti, secondo il motto "Costruire insieme l'Euregio. L'evento sarà nuovamente organizzato dal GECT "Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino" in collaborazione con le autorità scolastiche dei tre territori. Le iscrizioni sono aperte e possono essere effettuate fino al 9 marzo. La partecipazione è gratuita.
     
  • Promemoria Auschwitz: 200 ragazzi trentini verso la Polonia
    Sono partiti stamane da piazza Dante i 200 ragazzi trentini che anche quest'anno partecipano a Promemoria Auschwitz, un viaggio di memoria e cittadinanza che ogni anno porta centinaia di giovani sui luoghi più significativi e terribili della storia della seconda guerra mondiale, i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. I trentini si riuniranno nel corso della giornata ad altri 200 ragazzi provenienti dall'Alto Adige e dal Land Tirol: il progetto infatti è finanziato dalle Province autonome di Trento e di Bolzano e realizzato da Arciragazzi di Bolzano, Arbeitsgemeinschaft der Jugenddienste e Arci del Trentino, con il patrocinio nel 2018 del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, ed è curato da Deina Trentino e Deina Alto Adige Südtirol. A portare il saluto della Giunta provinciale ai tanti partecipanti è stata l?assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana: "Da questo viaggio tornere più ricchi - sono state le sue parole -, si tratta di un percorso emotivamente forte che farà di voi dei cittadini migliori, cercate di riportare con voi questa esperienza importante e di trasmetterla agli altri vostri coetanei".
     
  • Cab, la presidenza dal Trentino alla Baviera
    Dopo quattro anni la presidenza della Comunità di azione per il Brennero è passata dal Trentino alla Baviera. Il passaggio di consegne è stato ufficializzato ieri pomeriggio in occasione della conferenza dei presidenti che si è tenuta a Trento. La Provincia autonoma di Trento era rappresentata dall'ingegner Raffaele De Col, che in apertura ha portato i saluti del presidente Maurizio Fugatti. L?ingegner De Col ha confermato che, per la Provincia autonoma di Trento, quello del corridoio del Brennero e dello spostamento delle merci dalla gomma alla rotaia è un progetto strategico.
     
 
 
 
credits | note legali | Privacy | Cookie Policy | Intranet | scrivi al gruppo web