Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autonomia

 
 
Trentino - Italian Alpine Experience
 
 
 
 
 Home  PAT AUTONOMIA
L'Autonomia trentina

L'AUTONOMIA SPECIALE DEL TRENTINO

Trentino in Europa

L'Autonomia speciale del Trentino (e del vicino Alto Adige/Südtirol, con il quale il Trentino forma la Regione autonoma Trentino Alto Adige) nasce dall'accordo italo-austriaco sottoscritto a Parigi il 5 settembre del 1946 dall'allora presidente del Consiglio italiano e ministro degli Esteri Alcide Degasperi e dal ministro degli Esteri austriaco Karl Gruber. Successivamente il testo dello Statuto, approvato dall'Assemblea costituente italiana (incaricata di scrivere la Costituzione dell'Italia repubblicana e post-fascista), è diventato la legge costituzionale n. 5, promulgata il 26 febbraio del 1948.
I trentini e i sudtirolesi indicano solitamente questo Statuto come il primo Statuto di Autonomia, per distinguerlo dal secondo Statuto, che è del 1972.
Ma in realtà l'Autonomia di una terra di confine come il Trentino non può essere nata dall'oggi al domani né può essere solamente il frutto di un intervento legislativo (per quanto, come abbiamo visto, di rango costituzionale e derivante da un accordo di pace fra due Stati sovrani, sulle macerie di due guerre mondiali). Alle origini della nostra Autonomia vi è una storia secolare, fatta di vicende complesse, di tradizioni, di usi civici, di regole che le comunità si sono date e che hanno saputo gelosamente conservare a dispetto dei rivolgimenti politici e sociali. È da qui che nasce l'attitudine dei trentini ad autogovernarsi, a fare da sé: senza nessuna chiusura egoistica, peraltro, ma mantendendo sempre la capacità di dialogare con tutto ciò che sta al di fuori dei propri confini, dalle regioni limitrofe al Governo di Roma fino all'Unione europea. continua >>

 

 
Notizie - Comunicati Ufficio Stampa
  • Il Trentino si promuove in Giappone e pone le basi per nuove partnership
    Economia, ricerca e innovazione, turismo, filiera agroalimentare, Trento Doc: sono molti i settori coinvolti nella missione in Giappone per promuovere il sistema Trentino, guidata dall?assessore provinciale allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli, svoltasi nei giorni scorsi. La quattro-giorni ha visto la partecipazione di 12 imprese, dei rappresentanti di vertice dell?Università di Trento e della Fondazione Bruno Kessler, dell?Istituto Trento Doc, di Trentino Marketing e di Trentino Sviluppo. Nell?agenda della delegazione, rientrata domenica, oltre 100 incontri con qualificati rappresentanti dei diversi comparti dell?economia e dell?innovazione del Giappone. Fra gli obiettivi anche stringere nuove relazioni con imprese e centri di ricerca giapponesi interessati ad operare in Europa, al fine di facilitare un loro insediamento in Trentino.
     
  • Dalla Cina al Trentino per studiare lo sviluppo sostenibile e avviare la cooperazione economica
    Dalla Cina ? precisamente dalla prefettura di Kunming, capitale della provincia dello Yunnan, nel sud-ovest del paese ? in Trentino, per studiare i temi della sostenibilità, applicata in primo luogo al turismo. Potremmo sintetizzare così l'obiettivo della visita, oggi, a Trento, di una delegazione cinese proveniente da questa provincia in parte montuosa, che ha diverse caratteristiche in comune con il Trentino, oltre ovviamente ad alcune diversità (a partire dal numero di abitanti, oltre 47 milioni nel 2015). Fra le altre cose, lo Yunnan è la provincia cinese dove esiste la maggiore densità di minoranze riconosciute ? diverse dall?etnia dominante in Cina, quella Han, ? oltre una ventina. Ciò, assieme al clima favorevole e alle molte bellezze paesaggistiche, spiega perché questa zona dell?immenso Paese stia attirando flussi crescenti di turisti. Accolta nel Palazzo della Provincia dall?assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli e dal dirigente del Servizio attività internazionali Raffaele Farella, la delegazione ha partecipato ad una serie di confronti nel corso dei quali sono stati esaminati i diversi aspetti della sostenibilità in Trentino. La giornata di lavoro ha offerto l?opportunità per una conoscenza reciproca sul piano economico e scientifico-tecnologico nella prospettiva di avviare attività di collaborazione e interscambio.
     
  • Giornata sportiva sulla neve dei Vigili del Fuoco Volontari dell? Euregio nello spirito di squadra, amicizia e solidarietà
    Si è svolta oggi a Siusi allo Sciliar, in Alto Adige la seconda edizione della Giornata sportiva sulla neve dei Vigili del Fuoco Volontari dell'Euregio. Già ieri sera si è svolta la cerimonia ufficiale di apertura, con l'innalzamento della bandiera e il trasferimento nella Casa della Cultura a Siusi. Numerosi Vigili del fuoco si sono sfidati in quattro diverse discipline: sci alpino, sci di fondo, slittino e sci alpinismo. La prima edizione della Giornata sportiva si era svolta nel 2018.
     
  • Le opportunità di Erasmus+, mercoledì una giornata informativa
    Le opportunità di mobilità ai fini dell?apprendimento e di partenariati fra scuole, previste dal bando 2020 del programma ?Erasmus+?, saranno al centro della giornata informativa in programma nel pomeriggio di mercoledì 15 gennaio 2020 presso il Dipartimento istruzione e cultura, a Trento, in via G. Gilli 3. Organizzato dal Servizio Europa della Provincia autonoma di Trento, con i suoi due centri di informazione Europe Direct Trentino e CDE, in collaborazione con il Dipartimento istruzione e cultura, l?incontro vedrà la partecipazione di Francesco Barni, referente dell'Agenzia nazionale Erasmus+ di Firenze. Sarà anche l?occasione per conoscere dalla viva voce dei protagonisti alcune esperienze realizzate da scuole trentine e per avere indicazioni sugli interventi che ?Erasmus+? prevede a favore del mondo della scuola.
     
 
 
 
credits | note legali | Privacy | Cookie Policy | Intranet | scrivi al gruppo web