Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autonomia

 
 
Trentino - Italian Alpine Experience
 
 
 
 
 Home  PAT AUTONOMIA
L'Autonomia trentina

L'AUTONOMIA SPECIALE DEL TRENTINO

Trentino in Europa

L'Autonomia speciale del Trentino (e del vicino Alto Adige/Südtirol, con il quale il Trentino forma la Regione autonoma Trentino Alto Adige) nasce dall'accordo italo-austriaco sottoscritto a Parigi il 5 settembre del 1946 dall'allora presidente del Consiglio italiano e ministro degli Esteri Alcide Degasperi e dal ministro degli Esteri austriaco Karl Gruber. Successivamente il testo dello Statuto, approvato dall'Assemblea costituente italiana (incaricata di scrivere la Costituzione dell'Italia repubblicana e post-fascista), è diventato la legge costituzionale n. 5, promulgata il 26 febbraio del 1948.
I trentini e i sudtirolesi indicano solitamente questo Statuto come il primo Statuto di Autonomia, per distinguerlo dal secondo Statuto, che è del 1972.
Ma in realtà l'Autonomia di una terra di confine come il Trentino non può essere nata dall'oggi al domani né può essere solamente il frutto di un intervento legislativo (per quanto, come abbiamo visto, di rango costituzionale e derivante da un accordo di pace fra due Stati sovrani, sulle macerie di due guerre mondiali). Alle origini della nostra Autonomia vi è una storia secolare, fatta di vicende complesse, di tradizioni, di usi civici, di regole che le comunità si sono date e che hanno saputo gelosamente conservare a dispetto dei rivolgimenti politici e sociali. È da qui che nasce l'attitudine dei trentini ad autogovernarsi, a fare da sé: senza nessuna chiusura egoistica, peraltro, ma mantendendo sempre la capacità di dialogare con tutto ciò che sta al di fuori dei propri confini, dalle regioni limitrofe al Governo di Roma fino all'Unione europea. continua >>

 

 
Notizie Euregio - Comunicati Ufficio Stampa
  • Caduti trentini: oggi Platter e Fugatti alle Gallerie
    Visita istituzionale oggi alle Gallerie di Piedicastello, nell'ambito delle iniziative per la ?Giornata per ricordare le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra?, del Landeshauptmann del Tirolo, Günther Platter, accompagnato dal suo vice, Josef Geisler ed accolto dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti, presenti tra gli altri il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta ed il commissario del governo, Sandro Lombardi. A dare il benvenuto i canti del Coro ANA, nell?oscurità suggestiva della Galleria Nera dove scorrono le immagini dell?installazione multimediale ?Usavamo la cinepresa. Storie in formato ridotto?. Quindi la visita, nell?adiacente Galleria Bianca alla mostra fotografica "Si combatteva qui". L'esposizione, che si chiude oggi, illustra attraverso 70 scatti di Alessio Franconi i campi di battaglia delle Alpi, dal Carso, allo Stelvio e fino ai Monti Carpazi. La mostra, che ha ottenuto il patrocinio della Commissione Europea ed è stata esposta innumerevoli volte in diversi stati europei, è stata particolarmente apprezzata dagli ospiti tirolesi.
     
  • Fugatti al Dreier Landtag: ?Insieme per dare un?anima all?Euregio?
    ?In un?Europa che sta crescendo pur tra molte difficoltà, l?Euregio può costituire un piccolo ma significativo esempio di collaborazione e di convivenza?. Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti portando i suoi saluti all?assemblea congiunta dei Consigli del Trentino, dell?Alto Adige Südtirol e del Tirolo riuniti da stamani al Kurhaus di Merano. Intervenuto dopo i colleghi Kompatscher e Platter, il presidente Fugatti ha esordito ricordando che ?è il tema dell?Europa delle Regioni ciò che ci sta maggiormente a cuore?. ?Noi rappresentiamo un principio che equivale alla autonomia nelle diversità - ha aggiunto il governatore trentino - e credo che proprio in un momento che registra situazioni di crisi internazionali, il laboratorio di cooperazione e di convivenza che l?Euregio ha dimostrato di saper essere può rappresentare un esempio cui l?Europa possa guardare?.
     
  • Fugatti ad Innsbruck: "Euregio, esperienza da far crescere sempre più"
    "Siamo consapevoli della responsabilità che questa eredità storica e culturale comporta. Per questo riteniamo che questa nostra Euroregione abbia bisogno di rafforzarsi ed evolversi, di farci compiere insieme ulteriori passi avanti." Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, partecipando questa mattina ad Innsbruck al passaggio di testimone della presidenza dell'Euregio che dopo due anni di reggenza altoatesina torna ora in capo al Land Tirol. Cerimonia suggestiva, inserita nell'ambito della chiusura dell'anno dedicato all'imperatore Massimiliano e conclusasi con la consegna da parte del presidente uscente Arno Kompatscher di una chiave simbolica nelle mani del capitano del Tirolo Günther Platter
     
  • Giornata Euregio della Mobilità sabato 12 ottobre 2019
    Da Kufstein fino a Borghetto: il 12 ottobre 2019, con gli abbonamenti personali al trasporto pubblico locale e con l?Euregio Family Pass, si viaggia gratis all?interno dell?Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino.
     
 
 
 
credits | note legali | Privacy | Cookie Policy | Intranet | scrivi al gruppo web