Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autonomia

 
 
Trentino - Italian Alpine Experience
"E se..." - L'Autonomia vista dagli studenti
L'autonomia vista dai giovani
 
 Home  PAT AUTONOMIA » Conoscere il Trentino
Conoscere il Trentino

Questa sezione si prefigge di fornire una descrizione della nostra provincia attraverso alcuni dati di sintesi, suddivisi per “voci”, a uso di quanti  abbiano necessità di mettere a fuoco velocemente aspetti riferiti al territorio, alla popolazione, alla società, all’economia, al mondo della scuola e del lavoro del Trentino di oggi.
I dati presentati provengono dalle pubblicazioni curate dal Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento.

Altri dati interessanti si trovano in questo breve filmato che parla di una terra dove si investe in ricerca e sviluppo, dove la sostenibilità è al primo posto, dove la qualità delle produzioni è al vertice delle classifiche; insomma una terra dove è bello investire e vivere.

 

 
Conoscere il Trentino
  •  
  • Paesaggio montano Territorio

    Se esiste una terra montuosa, essa è certamente il Trentino: solo il 20% della superficie, dove si colloca la maggior parte della popolazione, è al di sotto dei 600 metri, mentre il resto del territorio si spinge al cielo, è fatto di vette, di ghiacciai, di verde e di azzurro, scenari magnifici ma dai fragili equilibri.

     
  • Copertina  della pubblicazione Comunicazioni Popolazione a cura del Servizio Statistica Popolazione

    Poco più di mezzo milione di abitanti e meno dell’1% della popolazione italiana, una regione nel cuore delle Alpi dove uomo e ambiente hanno imparato a convivere: se sotto il profilo amministrativo il territorio è strutturato in 217 comuni* sparsi fra fondovalle e rilievi pedemontani, è in 12 comuni principali che si concentra quasi il 50% dell’intera popolazione del  Trentino. Ecco alcuni dati.
    *A decorrere dal 1° gennaio 2010, i comuni del Trentino sono diventati 217 (in precedenza erano 223), essendo stati istituiti due nuovi comuni: Comano Terme, costituito dall'unione di due comuni prima esistenti (Bleggio Inferiore e Lomaso); Ledro, derivante dalla fusione di 6 comuni prima esistenti (Molina di Ledro, Pieve di Ledro, Concei, Bezzecca, Tiarno di Sotto e Tiarno di Sopra).

     
  • Scambi sociali Aspetti sociali

    Associazionismo e volontariato sono elementi fondanti dell’identità trentina, in crescita progressiva ben oltre la media nazionale. In linea con le tendenze europee, anche la famiglia trentina  sperimenta un processo di semplificazione delle sue strutture fondanti (circa un terzo delle famiglie è oggi di un solo componente).

     
  • studenti in classe Istruzione

    I giovani trentini studiano molto e quasi il 70% di essi prosegue il percorso scolastico all’università. Di più, essendo divenuto il Trentino terra di immigrazione, è in costante crescita il peso degli iscritti stranieri e ciò fa delle scuole preziosi laboratori di interculturalità e di convivenza. Molto presente anche la formazione professionale.

     
  • Operai in cantiere Lavoro

    La disoccupazione è una realtà praticamente inesistente in Trentino, con un tasso che si aggira ormai da anni sul valore fisiologico del 3%. In costante crescita l’occupazione a tempo parziale, soprattutto per la componente femminile; la distribuzione degli occupati vede un’incidenza maggiore del terziario pubblico e privato (circa i due terzi), seguono l’agricoltura e il settore secondario.

     
  • ricerca Ricerca e innovazione

    Il sistema della ricerca nel suo complesso è un punto di forza del Trentino, sostenuto da soggetti pubblici e privati (fondazioni), dall'università e da collaborazioni con importanti realtà estere. Circa la metà della famiglie trentine dispone di un PC, un terzo di un accesso ad internet e il trend è in costante crescita.

     
  • Economia Economia

    Il livello di benessere misurato attraverso il Pil pro-capite pone il Trentino tra le regioni europee con il più elevato livello di benessere. Allo sviluppo dell’economia trentina contribuiscono soprattutto i servizi vendibili, seguiti dai servizi non vendibili e poi dall’industria.

     
  • Turisti Turismo

    In una terra di contrasti, dove le verticalità alpine scendono fino ad incontrare il paesaggio mediterraneo del lago di Garda, è inevitabile che una quota significativa del reddito provinciale sia prodotta da attività direttamente o indirettamente collegate al turismo, al punto che in alcune realtà questo comparto rappresenta la fonte principale di reddito della popolazione.

     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy